Turismo: Ue autorizza viaggiatori da quindicina Paesi, ma non Usa

Fco

Roma, 1 lug. (askanews) - Questo mercoled 1 luglio segna la riapertura delle frontiere europee, chiuse dal 17 marzo per l'emergenza coronavirus. Ma non per tutti. Dopo difficili negoziati, l'Unione europea ha stabilito ieri un elenco di Paesi, redatto "in particolare" su criteri epidemiologici, che consente ai cittadini di questi quindici Paesi di viaggiare nel continente europeo.

I viaggiatori provenienti da Algeria, Australia, Canada, Georgia, Giappone, Montenegro, Marocco, Nuova Zelanda, Ruanda, Serbia, Corea del Sud, Thailandia, Tunisia e Uruguay saranno ammessi nell'Ue e nell'area Schengen. L'elenco, che dovrebbe essere rivisto ogni due settimane, comprende anche la Cina, ma solo a condizione che ammetta nel suo territorio visitatori non essenziali dall'Ue, cosa che attualmente non avviene. (Segue)