Turista francese morto in Cilento, gli amici accusano: "Tanti errori". La replica: "Ambulanza partita meno di 2 ore dopo la telefonata"

HuffPost

Mancano ancora dei tasselli per ricostruire le ultime ore di Simon Gautier e, soprattutto, per appurare le eventuali inefficienze della macchina dei soccorsi.
Le speranze di trovare ancora vivo il giovane, disperso dopo un’escursione in solitaria, si sono infrante ieri sera. Il cadavere è stato individuato dagli uomini del soccorso alpino in zona “Belvedere di Ciolandrea”, nel comune di san Giovanni a Piro, in provincia di Salerno. La procura di Vallo della Lucania ha aperto un’inchiesta per accertare eventuali responsabilità su presunti ritardi nell’avvio dei soccorsi. Mentre familiari e amici del ragazzo lamentano errori, sale la polemica per la mancata possibilità di geolocalizzare il ragazzo attraverso il suo cellulare. Il Sis 118 definisce “insostenibile” il ritardo di questo sistema in Italia. Il meccanismo di geolocalizzazione è diventato obbligatorio grazie alla normativa europea, ma in Italia le centrali operative del 118 ne sono ancora prive.

La ricostruzione: “Morto poco dopo la telefonata ai soccorsi”

Da un primo esame sul corpo del giovane, riporta l’Ansa, pare che Gautier sia morto poco dopo la telefonata con la quale chiedeva aiuto. Il cadavere, confermano gli inquirenti, era in avanzatissimo stato di decomposizione: un particolare che confermerebbe il fatto che Simon sia morto poco dopo la caduta. Secondo la prima ricostruzione, inoltre, il ragazzo è precipitato una prima volta e, cosciente, ha telefonato al 112. Subito dopo si sarebbe verificata una seconda caduta, questa volta mortale: la frattura di una gamba avrebbe rescisso un’arteria, causando il decesso. Tra una caduta e l’altra, spiegano i carabinieri, i soccorritori hanno provato a contattarlo diverse volte, a partire da 15 minuti dopo la prima e unica telefonata di Gautier. L’autopsia, che non è ancora stata fissata, chiarirà se il giovane ha anche battuto la testa.

Intanto all’ospedale di Sapri è giunto il padre con la sua compagna ed il console...

Continua a leggere su HuffPost