Turista francese scomparso in Cilento: diffuse le foto di Simon

simon gautier 4

Si cerca ancora Simon Gautier, il 27enne francese scomparso venerdì 9 agosto in Cilento, durante un’escursione nel Golfo di Policastro. I Carabinieri, aiutati da Vigili del fuoco e Soccorso alpino e speleologico, starebbero utilizzando anche droni e aerei per ritrovare il ragazzo, data la particolare zona costiera che rende difficile le ricerche.


LEGGI ANCHE: Ortona, morti in mare due ragazzini di 11 e 14 anni. Disperso 23enne a Jesolo


Turista scomparso, aerei e droni per ritrovarlo

“Servono speleologi, aiutatemi a trovarlo vivo”, questo il disperato appello della madre di Simon Gautier, Delphine Godard, il giovane francese scomparso durante un’escursione nel Golfo di Policastro, in Cilento, venerdì 9 agosto. Una zona difficile, che Simon aveva comunque voluto sfidare, cadendo però mentre si arrampicava: “Sto morendo di dolore”, l’allarme lanciato dal giovane con una telefonata al 112. “Sto morendo di dolore, sono caduto in una scarpata, ho le gambe rotte, aiutatemi, vedo il mare ma non so dove mi trovo”. In suo aiuto Carabinieri, Vigili del Fuoco e Soccorso alpino e speleologico data la difficoltà del tratto costiero, molto impervio, con parecchi sentieri montuosi in alcuni luoghi anche impraticabili. Per trovarlo, si apprende che si stanno utilizzando anche aerei e droni per via dei numerosi dislivelli della zona, alcuni anche di 500 metri dal livello del mare. Spiegano i militari: “Il giovane potrebbe essere scivolato e caduto in luogo nascosto e difficilmente visibile dall’alto”. Intervenuto anche il sindaco di Santa Marina, che ha consegnato delle immagini di sicurezza della città, provando il passaggio del giovane a Policastro: “Abbiamo messo in campo tutti gli uomini e i mezzi necessari. Si sta facendo davvero tutto il possibile. Purtroppo, l’area interessata dalle ricerche e’ vasta ed impervia, e presenta pareti rocciose e dirupi a picco sul mare”, afferma la Procura.


LEGGI ANCHE: Jesolo, trovato morto il ragazzo disperso dopo un tuffo dal pedalò


simon gautier 1


simon gautier 2
simon gautier 3
simon gautier 5

Le parole della famiglia

“Chiedo aiuto, voglio ritrovarlo vivo, abbiamo bisogno di speleologi, di alpinisti, di pompieri addestrati alla montagna, capaci di raggiungere zone inaccessibili. Sono sicura che Simon è caduto. Potrebbe essere in un crepaccio”, ha continuato la madre di Simon, giunta sul posto insieme al resto della famiglia. Tantissimi gli appelli di aiuto arrivati sui social network da parte dei cari e degli amici del giovane, dopo che il cellulare del ragazzo è risultato spento dopo aver lanciato l’allarme.”Malgrado la loro buona volontà – ha continuato la madre di Simon- e l’aiuto, i soccorritori italiani non sono abbastanza numerosi”. “Per favore, aiutateci a condividere, abbiamo bisogno di volontari per continuare la ricerca”, hanno continuato gli amici. Sul posto anche il console francese tenuto, insieme alla famiglia, costantemente al corrente della situazione.