Turista italiana arrestata per aver deturpato un parco in Patagonia

Una turista italiana è stata arrestata per aver disegnato su una pietra nel Parco Nazionale di Torres del Paine, una delle zone più importanti del paese meridionale situato in Patagonia e noto per i suoi spettacolari paesaggi. "Ha riconosciuto la sua partecipazione al crimine", ha spiegato il capo della Brigata di Investigazione Criminale (Bicrim) della Polizia Investigativa (PDI) di Puerto Natales, Jose' Soto.

L'arresto è avvenuto giorni dopo che l'italiana si è scusata sui social network per aver fatto un disegno di una donna con i capelli verdi che abbraccia simbolicamente le Torres del Paine, tre massicci granitici di circa 2600 metri di altezza e modellati dalla forza del ghiaccio glaciale.

Situate nella regione di Magallanes, nel sud del paese, sono state scelte dal National Geographic come il quinto posto piu' bello del mondo. "Mi scuso ufficialmente con tutto il Cile per l'orrendo gesto compiuto nel parco. Mi scuso sinceramente", ha scritto Elisa Tessuti sul suo account di Instagram. L'Ente Forestale Nazionale (Conaf) ha annunciato ieri una denuncia contro la turista per i danni nel parco, nonostante il disegno sia stato fatto con vernice lavabile e sia stato rimosso dalla pietra, e ha ribadito che gli spazi protetti "non hanno bisogno della tua arte, hanno bisogno del tuo rispetto, della tua cura e della tua protezione".

Il caso italiano si svolge nella stessa settimana in cui sei cittadini stranieri, tra cui un cileno, sono stati arrestati ed espulsi dal Perù per aver danneggiato il Santuario Storico di Machu Picchu, situato nella regione peruviana di Cuzco.