Turni di 48 ore per 2 euro a ora: a Genova denunciati 2 caporali

Fos

Genova, 4 set. (askanews) - Obbligavano un cittadino extracomunitario senza permesso di soggiorno, un uomo sotto sfratto dopo il fallimento della sua attività e una coppia di sessantenni disoccupati a lavorare per 48 ore consecutive con paghe orarie inferiori ai 2 euro, sfruttandone la loro condizione di bisogno e debolezza sociale. Per questo i militari del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Genova hanno eseguito 2 misure cautelari coercitive, che prevedono l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, nei confronti di un uomo di 66 anni e una donna di 60 anni, entrambi residenti nell'alessandrino, con l'accusa di caporalato.

Le indagini erano iniziate a gennaio in occasione di un controllo in una casa di riposo abusiva, allestita in un appartamento di Arenzano, in cui venivano ospitati 5 anziani non autosufficienti. Secondo quanto accertato dagli inquirenti, gli indagati percepivano mensilmente dai parenti degli anziani ospiti rette superiori ai 1.500 euro.