A tutela dei consumatori: ecco le norme per le merci Ue

A tutela dei consumatori: ecco le norme per le merci Ue

Roma, 12 dic. (askanews) – La sicurezza dei prodotti, non solo quelli alimentari, è fondamentale per la salute dei consumatori. Per questo è nato il progetto Prodottisicuri.it, finanziato e sviluppato dal Ministero dello sviluppo economico, direzione generale mercato, Consumatori e utenti, e realizzato da Unioncamere.

Una iniziativa finanziata coi fondi a vantaggio dei consumatori, che si inserisce nelle attività di vigilanza del mercato per assicurare la tutela dei consumatori, un mercato trasparente e concorrenziale.

Ecco quindi le norme principali per quattro settore di merci: tessile, calzature, giocattoli e infine elettrodomestici.

Si tratta di un prodotto composto di fibre tessili almeno per l’80% del peso; abiti, rivestimenti, fodere. L’etichetta corretta menziona

– la percentuale di peso e di fibre presenti

– usa un italiano chiaro e leggibile

– indica gli estremi del produttore

Per le calzature, devono essere indicati i materiali di composizione di ogni parte della scarpa, Tomaia, interno, suola; la presenza di cuoio, materiali tessili o altri materiali.

Per i giocattoli essenziale è la marcatura CE che attesta la conformità ai requisiti di sicurezza previsti dalle norme europee. Inoltre devono essere indicate avvertenze quando il giocattolo può comportare un pericolo, come ad esempio l età e il peso minimo e massimo dell utilizzatore, le abilità che deve avere per utilizzare l oggetto e ancora le eventuali precauzioni come la presenza di un adulto o l uso di caschi, guanti, ginocchiere.

Infine, l’etichetta sugli elettrodomestici deve darvi tutte le risposte: che tipo di efficienza energetica ha l’apparecchio, quanti decibel, watt, capacità. Tutto per favorire una scelta consapevole soprattutto nell’ottica del risparmio dell’energia, contribuendo all’innovazione e agli investimenti per lo sviluppo di prodotti sempre più performanti.