Tutta nuova la Renault Zoe, ora l'autonomia è 'giusta'

webinfo@adnkronos.com

Una elettrica piccola - nelle dimensioni - ma grande nella tecnologia e che non teme più le lunghe distanze: è la nuova Zoe, la best seller di Renault sul fronte delle Zev (Zero emission vehicle), nuova generazione del primo modello 'nato elettrico' (prima di allora, nel 2012 l'offerta della ex Régie comprendeva Kangoo e Fluence a batteria, semplici adattamenti di modelli progettati per motorizzazioni termiche). 

Si tratta - numeri alla mano - del modello più 'testato' della gamma Z.E. Renault, con oltre 170 mila unità vendute in 50 paesi e una quota nel suo segmento del 18,2%. E' un successo peraltro confermato dal record di vendite in Italia, 4 mila dal lancio, ma con un trend crescente che nei primi otto mesi del 2019 ha fatto registrare 1.652 unità immatricolate e una quota del 25%. E la nuova generazione, che porterà a un raddoppio della produzione nei prossimi anni, promette di migliorare nettamente questa progressione dal momento che - a un linguaggio stilistico più moderno e a contenuti tecnologici di avanguardia - abbina un netto miglioramento su quello che è l'elemento cruciale della mobilità Zev, ovvero l'autonomia.  

Se la Zoe lanciata nel 2012 poteva percorrere al massimo 250 km prima di finire a secco, nel 2016 l'autonomia era arrivata a quota 300 km: ancora troppo pochi, per una certa fascia di clientela. Ecco quindi che la Zoe 2019 riesce a percorrere quasi 400 km con una sola ricarica grazie a una batteria agli ioni di litio da 52 kWh. Che si può ricaricare, ed ecco un'altra novità, a corrente continua fino a 50 kW - così da recuperare 150 km di autonomia in circa mezz'ora - oppure grazie al caricatore Caméléon per ricarica AC fino a 22 kW. 

Non a caso la casa francese ha voluto testare la compatta Z.E. sulle strade della Puglia e della Basilicata, sfidando l’assenza quasi totale di colonnine, a dimostrazione che non c'è una clientela 'esclusa in partenza'. Anche perché grazie all’EV Route Planner è possibile ottenere prima di partire l’itinerario con le colonnine più adatte e il tempo di viaggio complessivo, prendendo in considerazione anche la durata della ricarica. Realizzata su una nuova piattaforma la Zoe 2019 è proposta in due livelli di potenza da 108 e 135 CV, con prestazioni di un certo livello (80 - 120 km/h in 7,1 secondi nella versione più scattante) e una motricità elevata anche in condizioni di scarsa aderenza.  

Sul fronte design la terza generazione - che ha un listino che parte da 25.900 euro cui va aggiunto il noleggio della batteria - presenta un carattere più riconoscibile grazie a forme più dolci, a un frontale totalmente nuovo, mentre i fari full Led propongono la classica firma a C. Internamente la rivoluzione è anche più marcata riprendendo l'evoluzione già vista sulla Clio: la strumentazione è totalmente digitale e il sistema centrale supporta uno schermo fino a 9,7 pollici con sistema Easy-Link. I tessuti che rivestono sedili e portiere sono riciclati al 100% da scarti automobilistici. Migliorata anche l’insonorizzazione, grazie ad un nuovo parabrezza acustico e all’utilizzo di materiali hi-tech. 

Nell'ultimo decennio Renault ha investito risorse importanti sull'elettrificazione della sua gamma, con risultati commerciali non sempre corrispondenti all'impegno. Ma oggi, in uno scenario in forte trasformazione, grazie anche a prodotti come la Zoe, la scommessa del piano 'Drive the Future' (entro il 2022 il 50% della gamma Renault elettrificata e 8 nuovi veicoli Zev entro i prossimi tre anni) sembra più facile da vincere.