Tutte le ipotesi sul Green pass rafforzato

·2 minuto per la lettura
Green pass
Green pass

Il Governo è al lavoro per fermare la quarta ondata e sta pensando al Super Green pass, con restrizioni più dure per non vaccinati. Ecco tutte le ipotesi.

Green pass rafforzato, cos’è e come potrebbe funzionare: tutte le ipotesi

Per evitare che l’Italia venga travolta completamente dalla quarta ondata, stanno pensando ad un modo per accelerare ancora di più con le vaccinazioni. Il Governo è al lavoro in vista del Consiglio dei Ministri, in programma giovedì, durante cui dovranno decidere le prossime mosse per fermare la diffusione del contagio. Il Governo sta ricevendo molte pressioni da parte delle Regioni e degli scienziati e sta pensando al Super Green pass o Green pass rafforzato, valido solo per vaccinati e guariti. I tamponi non serviranno più per ottenere la certificazione, ad eccezione dell’ambito del lavoro. Di conseguenza verrebbero vietate diverse attività, come accesso a musei, ristoranti, cinema, eventi e stadi, ai non vaccinati.

Green pass rafforzato, cos’è e come potrebbe funzionare: cosa si potrà fare con il tampone

Secondo le indiscrezioni del Corriere della Sera, il Green pass rafforzato potrebbe arrivare a dicembre e verrà rilasciato solo alle persone vaccinate. La novità più importante riguarda il tampone antigenico e molecolare, che potrà essere usato solo per lavorare e per viaggiare. Il Governo starebbe valutando la riduzione della validità di entrambi. Il test antigenico potrebbe valere solo 24 ore, mentre quello molecolare 48 ore. Per quanto riguarda gli spostamenti, per i treni ad alta velocità e gli aerei non dovrebbe cambiare nulla, quindi basterà avere un tampone negativo. Per quanto riguarda il trasporto pubblico locale, bus e metro, il governo sta pensando se rendere obbligatorio o meno il Green pass. Il problema sarebbe nei controlli.

Green pass rafforzato, cos’è e come potrebbe funzionare: tutte le informazioni

Il Super Green pass servirà per accedere a bar, ristoranti, palestre, piscine, teatri, cinema, stadi, discoteche, musei, mostre e sale giochi. Queste attività saranno riservate solo alle persone vaccinate. Le nuove disposizioni potrebbero valere per tutte le fasce di colore, compresa la zona bianca. Alcuni esponenti del Governo spingano per rendere valide queste restrizioni solo nelle zone gialle, arancioni e rosse. Lo scopo è quello di spingere le persone a vaccinarsi e ad effettuare la terza dose. Tutti coloro che non si sottoporranno alla terza dose di vaccino, infatti, perderanno il Green pass dopo 9 mesi dall’ultima inoculazione. Il Governo, inoltre, sta valutando l’introduzione dell’obbligo di terza dose di vaccino per alcune categorie, come personale sanitario, personale scolastico e forze dell’ordine.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli