Tutte le regioni in zona bianca da settimana prossima: quali sono le regole

·1 minuto per la lettura
Tutta italia in zona bianca
Tutta italia in zona bianca

Mancano pochi giorni per vedere tutta l’Italia in zona bianca: dopo il passaggio di diciannove regioni, lunedì 28 giugno è attesa l’eliminazione delle restizioni anche nell’unico territorio rimasto giallo, la Valle d’Aosta.

Tutta Italia in zona bianca

Ciò vorrà dire che, dopo mesi di restrizioni e sacrifici, tutto il paese potrà contare sull’annullamento delle principali limitazioni e si completerà così il processo di riaperture a cui il governo aveva dato il via diverse settimane prima.

Tutta Italia in zona bianca: cosa cambia

Le uniche restrizioni da rispettare anche nelle zone bianche riguardano igiene, distanziamento e mascherine. Su questo punto è però giunto il via libera di esperti e governo allo stop all’obbligo di indossarle all’aperto. Ciò vorrà dire che negli spazi aperti non sarà più obbligatorio tenere coperti naso e bocca con un dispositivo di protezione a meno che non ci si trovi in situazioni di assembramento in cui non è possibile mantenere le distanze.

Per il resto le riaperture saranno praticamente totali e coinvolgeranno quasi tutti i settori. Unico escluso per il momento è quello delle discoteche per la cui ripartenza manca ancora una data. Il sottosegretario alla salute Andrea Costa, ha però fatto sapere che il via libera potrebbe arrivare entro i primi dieci giorni di luglio. Attualmente i locali possono infatti rimanere aperti per somministrare cibo e bevande ma senza possibilità di ballare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli