Tutti i dettagli sulla misura in analisi a Palazzo Chigi.

·2 minuto per la lettura
Green pass
Green pass

L’uso del green pass verrà esteso nel corso del prossime settimane, con il governo che ha con questa misura l’obiettivo concreto di incentivare alla vaccinazione e, allo stesso tempo, contrastare con uno strumento in più la circolazione del virus. Stando a quanto riportato dal Corriere della Sera, il certificato verde potrebbe essere esteso ai dipendenti statali che lavorano in luoghi nei quali non è al momento previsto il grenn pass, come bar e ristoranti, o agli autisti del trasporto pubblico e locale.

Green pass esteso: come funziona

Ecco dunque che il green pass potrebbe essere esteso ai ristoratori, ai gestori di palestre e piscine, agli addetti ai trasporti a lunga percorrenza, ma anche a tutti coloro che operano nella pubblica amministrazione (con il 10% di quest’ultimi che ancora risulta non vaccinato). Decisamente più complicata invece l’estensione dell’uso della certificazione ai passeggeri di bus, metro e tram con le problematiche che riguardano principalmente le difficoltà nel riuscire a controllare a tappeto tutti coloro che usufruiscono dei servizi.

Green pass esteso: l’iter

L’estensione dell’uso del green pass dovrà passare naturalmente attraverso la cabina di regia convocata dal Presidente del Consiglio Mario Draghi e dovrà tenere conto delle varie anime che compongono la maggioranza. Tra gli scogli più importanti da superare c’è la volontà della Lega di Matteo Salvini di non allargare l’utilizzo delle certificazione verde, da lui più volte etichettata come una misura sbagliata.

Green pass esteso: i tempi

A livello tempistico l’estensione dell’obbligo del green pass potrebbe partire dal 27 settembre o dal 4 ottobre in quanto una volta approvato il decreto servità un tempo minimo di 15 giorni per permettere ai non vaccinati di adeguarsi alle nuove direttive, almeno con la sola prima dose.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli