Tutti i punti del faccia a faccia di oggi su cui rischia di “saltare il banco” dell’esecutivo in carica

Giuseppe Conte e Mario Draghi
Giuseppe Conte e Mario Draghi

L’incontro tra Mario Draghi e Giuseppe Conte mette davvero il governo a rischio? I punti del faccia a faccia di oggi su cui rischia di “saltare il banco” dell’esecutivo in carica sono molti ed indfidi, ed alle 16.30 di oggi pomeriggio Giuseppe Conte andrà finalmente a Palazzo Chigi per incontrare Mario Draghi e per scioglierli, in caso contrario la crisi di governo è dietro l’angolo. Nei giorni scorsi c’era stato il rinvio dovuto alla tragedia della Marmolada ma la trattativa cruciale era stata solo rimandata.

Incontro tra Draghi e Conte, cosa aspettarsi

Il clima è quello da ultimatum al governo da parte del Movimento 5 Stelle che ha molte questioni da sollevare. Si va dal reddito di cittadinanza alla questione delle armi in Ucraina, ma non mancano punti delicatissimi ed altrettanto infidi, come il Superbonus al 110%. Il decreto Aiuti infatti vede il governo propenso a porre la fiducia ed il M5s che invece vuole intervenire sul provvedimento con degli emendamenti.

Gli emendamenti sul Decreto Aiuti

I parlamentari del Movimento vogliono delle modifiche al testo, in particolare sui poteri speciali al sindaco di Roma per la costruzione del termovalorizzatore, poi sulla vecchia battaglia sul reddito di cittadinanza e ancora in merito ad una norma ad hoc sul Superbonus e sulla sua fruibilità “smart”. Per le 13 di oggi Giuseppe Conte ha convocato intanto un consiglio nazionale, alla fine del quale raggiungerà Palazzo Chigi con la sua lista di richieste. Attenzione: Conte ha ribadito più volte ufficialmente che il suo partito non vuole lasciare il governo ma lo scenario sembra suggerire il contrario, con la prospettiva di un appoggio esterno o addirittura della scelta drastica di uscire senza e senza ma.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli