Tutto ciò che c'è da sapere per il modello 730/2021: quando si fa, scadenza e precompilata

·2 minuto per la lettura
Dichiarazione dei redditi precompilata 2021: tutto ciò che c'è da sapere
Dichiarazione dei redditi precompilata 2021: tutto ciò che c'è da sapere

A partire dal 10 maggio 2021 si dà il via alla compilazione del modello predisposto dall’Agenzia delle entrate con i dati sui redditi dei contribuenti italiani. E visto che la data si avvicina sempre di più, è bene fare il punto sulle istruzioni, sulla scadenza per l’invio e sulle principali novità introdotte.

Dichiarazione dei redditi precompilata 2021: tutto ciò che c’è da sapere

Partiamo dalla domanda più semplice: cos’è? Dal 2015, l’amministrazione fiscale ha messo a disposizione dei contribuenti una dichiarazione dei redditi precompilata con al suo interno diversi dati già inseriti. Ad esempio questi dati possono essere le spese sanitarie oppure quelle universitarie; possono essere i contributi previdenziali oppure i bonifici per interventi di ristrutturazione edilizia.

Chi tra i contribuenti accetta online il 730 precompilato senza modificare nulla, non sarà più tenuto a mostrare i documenti fiscali che attestano oneri detraibili e deducibili. Inoltre, non subirà il controllo dei suddetti documenti.

Tuttavia, il contribuente ha la possibilità di modificare il 730 precompilato oppure di integrare la dichiarazione, inviandola successivamente al fisco comodamente dal proprio computer. Oltre al 730 è anche disponibile anche il modello Redditi persone fisiche (ex Unico) precompilato. L’utilità del servizio si riscontra nella possibiltà di poter compilare il proprio modello ISEE senza doversi recare personalmente in un Caf o da un commercialista.

La precompilata si trova facilmente nell’area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate. Per accedere bisogna avere le crediziali del Sistema pubblico di identità digitale, ossia Spid o essere in possesso della Carta d’identità elettronica oppure della Carta nazionale dei servizi.

Una volta loggati, è possibile visualizzare, modificare e integrare la propria dichiarazione. In un secondo momento, quando si è sicuri di aver concluso, la si invia all’Agenzia. Inoltre, fatto ciò, la dichiarazione con il protocollo dell’invio sarà scaricabile all’interno della propria area personale.

Dichiarazione dei redditi precompilata 2021: le date di scadenza

La dichiarazione dei redditi precompilata va inviata entro il 30 settembre per quanto concerne il modello 730, ed entro il 30 novembre per il modello Redditi. Per maggiori informazioni ovviamente si può consultare il sito dell’Agenzia delle entrate.

É dal 2020 che le dichiarazioni dei redditi precompilate fai da te, inviate comodamente da casa, sono salite a 3,9 milioni. La Regione con più invii è stata la Lombardia, con 925 mila invii, seguita da il Lazio con 466mila e il Veneto con 402mila. É un incremento importante, sebbene probabilmente con le restrizioni dovute al Covid ci si aspettava di base un aumento maggiore.