Tutto Twitter a pagamento: la nuova suggestione di Elon Musk

Thibaut Durand / Hans Lucas / Hans Lucas via AFP

AGI - Tutto Twitter a pagamento, bloccato da un paywall dinamico (accesso progressivo in base al tipo di abbonamento). È una delle ipotesi su cui sta ragionando Elon Musk, il nuovo proprietario della piattaforma.

Secondo Platformer, che ha riportato il progetto, non è chiaro quanto possa essere concreto il piano e se l'idea possa essere portata a terra in tempi brevi. Si sottolinea però l'urgenza del miliardario di trovare nuove risorse per la società.

“Perde 4 milioni di dollari al giorno”, aveva scritto qualche giorno fa, poco prima di licenziare metà dei 7.500 dipendenti. Il social co-fondato da Jack Dorsey è alle prese con la fuga degli inserzionisti (il 90% delle sue entrate), spaventati da una piattaforma con contenuti meno moderati e dal caos in cui sono avvenuti i tagli al personale. 

L'idea di un paywall si affianca a quella (che sembra più concreta) di un nuovo processo di verifica dell'utente attraverso il suo servizio in abbonamento Twitter Blue. In una conversazione sulla piattaforma , Musk ha detto che darà “potere alle persone” offrendo la verifica tramite Twitter Blue a 8 dollari al mese. Ha detto che i partecipanti avranno la priorità in menzioni, risposte e ricerche, riceveranno la metà degli annunci pubblicitari e saranno in grado di twittare video e audio lunghi.

Twitter sta già lavorando  a quello che inizia ad essere definito come il “New Blue”, ma il lancio è stato rimandato a dopo le elezioni di mezzo termine.