**Tv: è morto Heath Freeman, attore di 'Avvocati a New York' e 'Bones'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Los Angeles, 16 nov. – (Adnkronos) – L'attore statunitense Heath Freeman, che ha interpretato Gavin Dillon nel legal drama "Avvocati a New York" e il serial killer Howard Epps in "Bones", è morto all'età di 41 anni. La notizia della scomparsa è stata confermata a "The Hollywood Reporter". La data, il luogo e la causa del decesso non sono state rivelate e non ci sono "ulteriori dettagli in questo frangente", secondo il manager dell'attore, Joe Montifiore.

Freeman aveva debuttato nel 2001 recitando in alcuni episodi di "E.R. – Medici in prima linea" e poi si era fatto apprezzare nel 2003 interpretando Benjamin Frank nella serie tv "NCIS – Unità anticrimine". Da una decina di anni aveva iniziato a recitare anche per il cinema. Tra i suoi film più recenti "12 fantastici orfani" e "The Outlaw Johnny Black". Aveva appena finito di recitare in "Devil's Fruit" e stava per girare "Terror on the Prairie".

"Siamo veramente devastati dalla perdita del nostro amato Heath Freeman – ha detto Montifiore – Un uomo brillante con uno spirito intenso e profondo, ci lascia un'impronta indelebile nei nostri cuori. La sua vita era piena di profonda lealtà, affetto e generosità verso la sua famiglia e i suoi amici, e una straordinaria gioia di vivere". "Era estremamente orgoglioso del suo recente lavoro cinematografico ed era molto eccitato per il prossimo capitolo della sua carriera – continua la dichiarazione – La sua notevole eredità come figlio, fratello, zio, amico, attore e produttore straordinariamente dotato, cuoco consumato e uomo dalla risata più contagiosa e spettacolare vivrà per sempre. Che la sua memoria sia una benedizione per tutti coloro che lo hanno conosciuto e amato".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli