Tv: addio a Gavin MacLeod, il capitano Stubing di 'Love Boat' / Adnkronos

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Los Angeles, 30 mag. – (Adnkronos) – L'attore statunitense Gavin MacLeod, il capitano della serie tv "Love Boat", è morto sabato 29 maggio nella sua casa di Palm Desert, in California, all'età di 90 anni. La notizia della scomparsa è stata confermata dal nipote Mark See all'edizione online della rivista "Variety". Interprete di una ventina di film e di decine di episodi di telefilm, la popolarità di MacLeod è legata al personaggio del comandante Merrill Stubing, che sempre sorridente e rassicurante si occupa dei passeggeri durante la loro vacanza da sogno: è stato uno dei protagonisti principali della serie televisiva statunitense "Love Boat" ambientata sulla nave da crociera "Pacific Princess", partecipando a tutti i 249 episodi prodotti tra il 1977 e il 1987 e andati in onda in Italia dal 1980 su Canale 5.

Nato come Allan George See a Mount Kisco, nello stato di New York, il 28 febbraio 1931, dopo il servizio militare, si trasferì a New York sognando di diventare attore teatrale, Nel 1956 debuttò a Broadway nel dramma 'Un cappello pieno di pioggia' con il suo nome d'arte: Gavin era il nome di un personaggio televisivo, mentre MacLeod era il cognome della sua insegnante di recitazione.

Notato dal regista Blake Edwards, esordì nel 1958 al cinema con la commedia "Operazione sottoveste" nella quale MacLeod interpretò il brillante ruolo del marinaio Ernest Hunkle, definito dal tenente Nick Holden (Tony Curtis) "il torace più sexy della Marina", per via del vistoso tatuaggio di una ballerina portato sul petto. Sempre da Edwards è stato diretto nei film "In due è un'altra cosa" (1960) e "Hollywood Party" (1968).