Tv: amicizia e passione ingredienti de’ ‘La Compagnia del Cigno 2’ su Rai1 (3)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Si inserisce a tal proposito, in questa seconda stagione della ’Compagnia del Cigno’, la novità dell’arrivo al Conservatorio di un personaggio nuovo, Teoman Kayà (Mehmet Gunsur), ex allievo dello stesso Conservatorio Verdi, vecchio amico di Marioni e di sua moglie Irene, e ora direttore d'orchestra di fama mondiale, che porterà ad accelerare i conflitti proprio con il maestro Marioni. “È sempre difficile per un attore entrare in un progetto già iniziato – commenta la propria partecipazione Mehmet Gunsur – Mi sono occupato di musica e facendo questo film mi sono sentito in paradiso”.

L’amicizia, dunque, ma anche la passione, innanzitutto quella per la musica, che è sempre presente sullo sfondo delle puntate, ma anche quella che i giovani devono sempre possedere: “La passione, per quanto riguarda i giovani, è importantissima – rimarca Carlotta Natoli (Vittoria) – soprattutto oggi, nelle difficoltà che hanno i ragazzi: gli insegnanti sono fondamentali per la loro crescita psichica ed emotiva. Per quanto mi riguarda, la mia passione è senza dubbio sentimentale. Le relazioni vengono prima di qualsiasi lavoro. Relazione e dialogo per me sono tutto”. La pensa allo stesso modo anche Claudia Potenza (Nico), che racconta del figlio, che "ha deciso di fare musica dopo aver visto ‘La Compagnia del Cigno’. La musica è passione. Fare della passione un lavoro, come è capitato a me, mi rende felice”.

“Bisognerebbe cercare di seguire una passione – conclude Boni – per me esercitarla è meraviglioso ma non sono ancora arrivato e continuo a lottare, non si molla mai quando si cerca di fare della propria passione il sostentamento della propria vita. Se ci si riesce si è fortunati, perché fare della propria passione un lavoro è fantastico”.