Tv: Coletta (Rai1), 'nostra programmazione estiva vivace e nel segno della ripartenza' (2)

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – “Dopo tantissimi anni – annuncia Coletta – torna alle 14 ‘Il pranzo è servito’, condotto da Flavio Insinna, un uomo dalla doppia anima, sia allegro che profondo, oltre che colto. Tenteremo una versione 2021 del programma si Corrado, inserendo tematiche attuali ma trattandole con semplicità, in modo che gli argomenti siano alla portata di tutti. Una proposta arrivata direttamente da Flavio, che mi ha convinto che la sua conduzione potesse essere la scelta giusta. Tranne il ‘Pranzo è servito’ tutte le produzioni sono interne”, precisa il direttore di Rai1. “Un pomeriggio – racconta Insinna – io e Marina Donato (moglie di Corrado e proprietaria dei diritti del format) ci siamo decisi di andare a chiedere alla direzione di Rai1, dopo che 10 anni prima ne avevamo già parlato, se potevamo fare ‘Il pranzo è servito’: è stata una cosa spontanea, che abbiamo proposto senza superare in curva nessuno. Non c’è Corrado, come non c’è Proietti, e nessuno pensa di essere nelle loro scarpe, ma la Rai c’è ancora. Proveremo a giocare con ottimismo, anche con qualche cambiamento, ma resta la famiglia Jurgens per la musica, c’è Marina con i quaderni con le annotazioni di Corrado. Aggiungo che non cucineremo, gli chef possono stare tranquilli. Sarà innovazione nella continuità e nella tradizione, se fosse stato completamente diverso, avremmo fatto un altro programma”.

Coletta passa poi a presentare ‘Estate in diretta’, “condotto alle 15,45 da Gianluca Semprini, uno stakanovista, un giornalista puro, e da Roberta Capua che ha il privilegio di saper entrare nelle case degli italiani, è bellissima ed elegante, una donna napoletana che sa sorridere”. A proposito dell’’Estate in diretta’, dice l’ex Miss Italia, "è un titolo storico che manterrà la sua connotazione: vogliamo trasmettere l’ottimismo dell’Italia e della ripresa. Nel programma ci sarà il territorio, il costume, le interviste, la gente che va in vacanza. Racconteremo l’attualità, Gianluca dal punto di vista del giornalista e io da quello della gente comune”.

Quanto alla conduzione di ‘Reazione a catena’, il direttore di Rai1 definisce il conduttore Marco Liorni “una persona speciale che non fa mai rumore, rispettoso dei difficili meccanismi della televisione. Il suo programma è un game che la gente aspetta”. “’Reazione a catena’ – dice Liorni – ha successo perché è bellissimo, c’è creatività e relazione e gioia: è l’estate. Quanto alle novità, le scene sono fatte con molti colori e poi ci sono tanti giochi nuovi, fra cui uno molto divertente che si chiama ‘Zot’. Purtroppo non ci potrà essere ancora il pubblico”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli