Tv: domani su Sky Tg24 'Vite – l’arte del possibile', ospite Brunello Cucinelli

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 30 giu. (Adnkronos) – È Brunello Cucinelli il protagonista della terza puntata del secondo ciclo di 'Vite – L’arte del possibile', in onda su Sky Tg24 domani alle 20.45, su Sky Arte lunedì 5 luglio alle 19.00 e disponibile On Demand e sul sito Skytg24.it. L’incontro con l’imprenditore filosofo è l’occasione per parlare, fra l’altro, del suo lavoro, del suo rapporto con L’Italia, i giovani e la filosofia. Essere considerato un imprenditore filosofo “mi onora – ha spiegato. Ma mi onora un po’ di più se mi dicono che sono una persona perbene, se sulla mia tomba scrivessero ‘era una persona perbene che ha amato la bellezza’, perché io devo dire che ho sempre pensato che la bellezza fosse qualche cosa di molto speciale. Vorrei abbellire l’umanità, questo è stato sempre il sogno della mia vita.

Cucinelli ha parlato del suo grande amore per l’Italia e in particolare per Solomeo, dove ha dato vita alla sua azienda: "Ho sempre immaginato che l’essere umano, se ha la possibilità, dovrebbe vivere dove è nato, perché i primi anni della vita ti lasciano qualcosa di forte. La mia anima è qui, sono nato in un paesino a cinque chilometri da qui, questo è il paesino di mia moglie. Quando Jeff Bezos è arrivato coi suoi amici qui in Solomeo, il primo tema che abbiamo trattato è dove sta la nostra anima, perché c’è un luogo dell’anima e quello è quello che tu ti porti dietro per tutta la vita. La nostra nazione – ha proseguito poi – è stata costruita sulla bellezza, sull’architettura, sulle arti, sui grandi valori e non sulla guerra. Io sono fiero onestamente di essere italiano".

"Credo – ha aggiunto – che noi abbiamo il miglior stato sociale al mondo e poi, nel periodo che va più o meno dal ‘300 al 1500, eravamo i veri mediatori culturali dell’umanità. In quel momento il Pil mondiale al 55 per cento era derivante dalla Cina e dall’India, e adesso sta tornando così e credo che in futuro l’Italia possa avere ancora questo grande ruolo di mediatore culturale. Noi siamo persone perbene, siamo una nazione di manifatturieri, siamo i primi al mondo per manifattura di qualità, secondi in Europa solo alla Germania nel totale, le nostre famiglie hanno 10mila miliardi di risparmi. Guardate, siamo solo lo 0,7 per cento della popolazione, ma siamo la settima potenza al mondo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli