**Tv: il creatore di 'Squid Game', 'seconda stagione porterà la serie a nuovo livello'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 10 nov. (Adnkronos) – Il creatore della serie record coreana 'Squid Game', Hwang Dong-hyuk, è attualmente al lavoro per portare la serie Netflix "al livello successivo per una seconda stagione". Lo riporta il sito specializzato Deadline Hollywood. Il creatore, regista, sceneggiatore e produttore esecutivo ha dichiarato di aver iniziato il processo creativo per il seguito dopo che la serie drammatica distopica coreana è diventata la serie più vista di Netflix di sempre, con oltre 142 milioni di famiglie che guardano.

"Questo è il mio compito in questo momento, capire come prendere ciò che ho creato nella prima stagione e creare qualcosa di nuovo e inaspettato", ha detto Dong-hyuk durante una proiezione lunedì sera a Los Angeles. Dong-hyuk ha ammesso che creare un seguito della serie, a cui ancora non è stato ufficialmente dato il via libera a Netflix, è impegnativo, ma ha detto che è "entusiasta di espandere questo mondo" che ha creato oltre un decennio fa d che ha 'conquistato' il mondo.

Squid Game segue la storia di un gruppo di persone fortemente indebitate e disposte a rischiare la vita per guadagnare una somma favolosa di denaro che aumenta ogni volta che un concorrente muore. La serie in nove parti vede protagonisti Lee Jung-Jae, Park Hae-soo e Jung Ho-yeon. Per il creatore della serie, la semplicità dei giochi ha fatto in modo che il gioco fosse riconoscibile per tutti e quindi abbia catturato l'attenzione. "Anche se questi giochi che giocavo da bambino in coreano, sono tutti giochi semplici e facili", ha detto. "Nonostante la cultura di ognuno, ho pensato che questi giochi fossero molto facili da capire e divertenti da guardare. Ho provato a scegliere giochi semplici e facili".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli