In tv “Leonardo”, la vita segreta del genio, con Aidan Turner

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 20 mar. (askanews) - Andrà in onda in quattro serate dal 23 marzo su Rai 1"Leonardo", la serie che svela la vita, i segreti e i tormenti del genio da Vinci. Si tratta di una grande coproduzione internazionale di Lux Vide e Sony Pictures Television, in collaborazione con Rai Fiction, Big Light Productions, in associazione con France Télévisions e la spagnola Rtve. La serie diretta da Dan Percival e Alexis Sweet è stata già venduta in 120 Paesi. Ad interpretare l'impareggiabile artista, inventore, scienziato toscano c'è l'irlandese Aidan Turner, mentre Freddie Highmore interpreta l'uomo che indaga su un misterioso delitto che coinvolge lo stesso Leonardo e Giancarlo Giannini è il Verrocchio, il suo Maestro. La vera coprotagonista è però Matilda De Angelis, nel ruolo di Caterina da Cremona, la sua migliore amica, musa, complice.

Tra realtà e finzione la serie creata da Frank Spotnitz e Steve Thompson ricostruisce il percorso di vita dell'artista e la genesi delle sue opere: figlio illegittimo di un notaio, Leonardo visse un'infanzia solitaria, poi con instancabile curiosità si cimentò con l'arte, la scienza, la tecnologia. Un uomo con una personalità complessa, che Caterina aiutò molto: fu una compagna e un sostegno, anche se non un vero amore, perché, secondo molte fonti, l'artista era omosessuale.

Spotnitz durante la conferenza stampa streaming per la presentazione di "Leonardo" ha spiegato che per costruire la serie gli autori hanno letto moltissime biografie, incontrato storici ed esperti, si sono confrontati con moltissime fonti, e su questo materiale hanno innestato elementi di finzione: "Gran parte di quello che vedete è reale. - ha detto - abbiamo cercato di cogliere l'essenza umana della persona e ci siamo concentrati sulle opere d'arte, per aiutare il pubblico a comprendere la genialità di Leonardo".

A proposito della veridicità della relazione di Leonardo con Caterina da Cremona lo stesso Spotnitz ha spiegato che ci sono alcuni elementi storici noti su cui è stato costruita una storia: "È grazie a lei che Leonardo impara ad abbracciare la vita" ha spiegato l'autore, che ha poi specificato che "la storia con lei è ancora più commovente, perché fatta di comprensione e accoglienza".

Il produttore Luca Bernabei ha rivelato che "Leonardo" è costato 30 milioni di euro, ha richiesto tre anni di lavoro e cinque mesi di riprese. "La sua ricerca della perfezione lo rende un artista straordinario - ha detto Bernabei - con la sua curiosità ci spinge a guardare oltre, raccontare la sua storia è un'esortazione a credere nell'essere umano e alla possibilità di guardare il futuro. È un messaggio di speranza e un modello di rinascita".