Twitter, centinaia di dipendenti lasciano l'azienda di Musk

(Adnkronos) - Twitter è agonizzante, o almeno molto desolato: esodo di massa dagli uffici newyorkesi del social network, divenuto di recente proprietà di Elon Musk, CEO di Tesla. Almeno mille dei 3500 superstiti nel personale di Twitter dopo il cambio di direzione hanno rifiutato di sottoscrivere la richiesta di Musk di dirsi disponibili a una quantità imprecisata di lavoro extra per rivoluzionare in tempo record le falle della piattaforma. L'alternativa a questa richiesta? Lasciare l'azienda con tre mesi di buonuscita. In molti hanno preferito questa soluzione. Dopo l'arrivo di Musk l'organico era già stato dimezzato, ma ora pare ci sia una mancanza di ingegneri e tecnici e che Twitter, di fatto, abbia le ore contate, con conseguente esodo su alternative come Mastodon. Nel frattempo Musk ha dovuto cedere su un altra direttiva sulla quale era stato molto chiaro: basta smart working, tutti in ufficio. Sarà ancora possibile lavorare da casa per Twitter, ma un dirigente dovrà farsi carico di dimostrare e verificare il rendimento.