Twitter e media Usa contro le dichiarazioni di Trump: “Mente”

·1 minuto per la lettura
Twitter e media Usa contro le dichiarazioni di Trump: “Mente”
Twitter e media Usa contro le dichiarazioni di Trump: “Mente”

Milano, 4 nov. (askanews) – Vecchi e nuovi media uniti da un obiettivo comune: smentire le affermazioni false del 45esimo presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Succede nel giorno in cui il Paese celebra il suo status di più grande democrazia del mondo con le elezioni. Con un sistema elettorale come quello americano in cui basta vincere per un soffio di voti in alcuni Stati e in cui, visti i tantissimi voti via posta, i risultati definitivi arriveranno fra giorni e giorni, Trump ha cominciato a rilasciare dichiarazioni esultanti appena iniziato lo spoglio.

Finché in un tweet ha scritto “Stanno cercando di rubare le elezioni”, una affermazione che ha provocato la reazione del social che ha segnalato il suo tweet come “controverso e fuorviante”, come già successo nelle scorse settimane con altre dichiarazioni non veritiere di Trump.

Neanche il New York Times ha risparmiato aggettivi: “Mentre l’America attende un vincitore, Trump afferma falsamente di aver vinto”, ha titolato spiegando poi nell’articolo le contraddizioni presidenziali, definendo “la sua affermazione infondata” visto che “nessuna testata giornalistica ha dichiarato un vincitore fra lui e Biden”. Anche il suo “andremo alla Corte Suprema” viene definita una dichiarazione “senza alcuna spiegazione”.

Un coro a cui si è unita anche la Cnn che in diversi articoli di fact checking racconta delle dichiarazioni di Trump descrivendole come “una serie di false affermazioni eclatanti”.