Twitter elimina l'ovetto contro gli haters

Duccio Fumero
Chi non ha una foto profilo sul suo account si ritroverà con un triste e ancora più anonimo riquadro grigio.

Ci si iscrive a Twitter, ma non si vuole mettere un’immagine di profilo. Una scelta fatta da milioni di utenti del social network che, così, sul loro profilo hanno l’ormai classico ovetto bianco, con uno sfondo colorato. Sette colori diversi da poter scegliere liberamente. Fino a ora, perché Twitter ha deciso di eliminare uno dei suoi simboli e ha deciso di farlo per combattere i troll e i falsi profili che propugnano odio.

L’ovetto Twitter è stato introdotto nel 2010 e da allora viene utilizzato da tantissimi utenti, in particolare quelli chiamati ‘silenti’, cioè i follower che vanno su Twitter principalmente per seguire altri utenti, senza pubblicare nulla di loro. Una fetta importante di iscritti al social di Jack Dorsey, ma anche una fetta problematica, perché si tratta di iscritti fittizi, perché non attivi.

Ora, però, l’ovetto scompare e chi non ha una foto profilo sul suo account si ritroverà con un triste e ancora più anonimo riquadro grigio. Perché? Perché oltre agli utenti silenti, un’altra ampia fetta di utilizzatori dell’ovetto sono i cosiddetti bot, i troll e gli hate speachers. In pratica, quegli utenti molesti che disturbano la normale vita sociale su Twitter.

Utenti virtuali, automatizzati, come i bot, o quelli che disturbano le discussioni per il semplice divertimento di farlo, i troll, e – infine – coloro che nascosti dietro l’anonimato dei social portano avanti tesi razziste, ricche d’odio o di minacce. Insomma, avere tra i propri follower degli ‘egg user’ farà crescere il numero di seguaci, ma di solito è sinonimo di problemi di convivenza virtuale su Twitter.

Cambiare il profilo di default, eliminando uovo e sfondo colorato e sostituendolo con un banale sfondo grigio vuole proprio combattere questi utenti. Perché secondo gli esperti di Twitter, questo nuovo profilo spingerà gli utenti reali, seppur silenti, a cambiare profilo con un’immagine riconoscibile, lasciando de facto un profilo anonimo agli utenti fake, agli haters e ai troll.

Ma quella del profilo è solo una delle opzioni che Twitter sta testando per migliorare il proprio social network. In passato centinaia di migliaia di account sono stati cancellati perché inattivi o perché segnalati per commenti razzisti e violenti, così come si è data la possibilità di impedire commenti ai propri follower non riconoscibili. Ma basterà a rilanciare un social che fatica a crescere?

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità