Twitter riattiva gli account banditi: arriva il consenso di Elon Musk

Elon Musk
Elon Musk

Twitter. Accounts sospesi tornano in piattaforma. Lo ha dichiarato Elon Musk che, dopo aver riabilitato il profilo di Donald Trump, ha deciso di permettere anche agli altri accounts sospesi negli ultimi anni di tornare a usare il servizio di microblogging.

Il sondaggio ai followers sul profilo di Donald Trump

Il profilo dell’ex presidente degli Stati Uniti d’America era stato bloccato il 6 gennaio 2021, sospeso in modo permanente per aver incitato l’attacco al Campidoglio). Qualche giorno fa Musk ha chiesto agli utenti che lo seguono di votare positivamente o negativamente davanti alla seguente domanda: «Twitter dovrebbe offrire un’amnistia generale gli accounts sospesi, a condizione che non abbiano infranto la legge o siano coinvolti in uno spam eclatante?». Tre milioni di persone hanno votato – un numero di poco conto se si pensa ai 330 milioni di utenti attivi sul social dell’uccello –, e per il 72% hanno detto «sì».

Elon Musk sul risultato del sondaggio: «Vox Populi. Vox Dei»

«Il popolo ha parlato. L’amnistia inizia la prossima settimana». Al momento non è ancora chiaro il criterio con il quale l’imprenditore sudafricano imputerà agli accounts la violazione della legge. È probabile che faccia leva sul primo emendamento della Costituzione USA, che garantisce e permette la libertà di espressione anche in caso di discorsi aperti all’odio.