Uccide il marito a coltellate dopo una lite: arrestata 28enne

Marito ucciso dalla moglie a coltellate a Bari

Al termine dell’ennesima lite, decide di porre fine tragicamente a un matrimonio ormai giunto al capolinea e uccide il marito a coltellate. È il dramma consumatosi ad Acquaviva, in provincia di Bari. Una donna di 28 anni ha accoltellato il 30enne Francesco Armigero nella loro abitazione di via Monsignor Laera, si apprende da fonti locali. Secondo quanto emerso da una prima ricostruzione dei fatti effettuata dai Carabinieri, i due coniugi si stavano separando.

Uccide il marito a coltellate

La donna, una 28enne originaria di Sammichele con precedenti penali, avrebbe colpito il marito con diverse coltellate. La vittima è stata soccorsa dal personale del 118, che lo ha trasferito in codice rosso all’ospedale Miulli di Acquaviva, ma l’uomo è deceduto poco dopo il suo arrivo in pronto soccorso a causa dell’eccessiva perdita di sangue.

La polizia ha fermato la moglie e l’ha ascoltata a lungo al fine di ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto. L’arma del delitto è stata recuperata e sequestrata dagli inquirenti. Sul caso, la Procura di Bari ha aperto un’indagine affidata al pm Francesco Bertone. È attesa per le prossime ore la disposizione dell’autopsia sul corpo della vittima e la richiesta al gip della convalida dell’arresto della donna.

Uccide il marito con 35 coltellate

È bastata, invece, una critica al suo modo di cucinare per scatenare l’ira della moglie di Slava Davydkin, un pescatore russo di 43 anni. La donna ha ucciso il marito con 35 coltellate dopo che il coniuge l’ha accusata di avergli servito una cena troppo insipida. “Se mi amassi, metteresti più sale nei cibi che cucini”, avrebbe dichiarato l’uomo secondo fonti locali. La donna ha atteso che il marito si addormentasse per colpirlo con decine di colpi di arma da taglio, davanti agli occhi della figlia di soli quattro anni.