Uccise due donne in Egitto da uno squalo

attacco squalo in egitto
attacco squalo in egitto

Un attacco improvviso di uno squalo in Egitto ha causato due vittime: è successo a a Hurghada, località balneare sulla riva del Mar Rosso.

Due donne uccise da un attacco di squalo in Egitto

Due donne sono morte in seguito all’attacco di uno squalo nei pressi di Hurghada, nota località balneare sul Mar Rosso in Egitto.  Le due stavano nuotando nella regione del Sahel Hashish, quando si sono imbattute nell’esemplare. Sulla tragedia è stata aperta un’indagine per determinare le circostanze dell’incidente, ancora da chiarire.

L’identità della prima vittima non è ancora stata resa nota, ma dovrebbe essere stata uccisa direttamente dallo squalo. L’altra vittima, invece, è un’austriaca, la 68enne Elizabeth Squire, morta di infarto per lo spavento dopo che l’animale si era avvicinato. A nulla è servito il ricovero in una delle maggiori cliniche private di Hurghada, dove poi è stata dichiarata morta.

La decisione delle autorità e i video delle prove

Il governatore della regione del Mar Rosso, Amr Hanafi, ha preso la decisione di interrompere tutte le attività umane nelle vicinanze del luogo dell’attacco, e l’ordine è già stato diffuso.

Inoltre, sui social molti utenti hanno condiviso un video – di cui non è stato possibile verificare l’autenticità, la data o il luogo – di una nuotatrice in difficoltà poi sparita una chiazza di sangue. Non c’è prova che si tratti di questo incidente, soprattutto perché gli squali del Mar Rosso attaccano molto raramente i bagnanti se non superano i limiti autorizzati.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli