Uccise il figlio di 7 anni, Davide Paitoni suicida in carcere: le accuse dei legali

Uccise il figlio di 7 anni, Davide Paitoni suicida in carcere: le accuse del legale
Uccise il figlio di 7 anni, Davide Paitoni suicida in carcere: le accuse del legale

Davide Paitoni, l'uomo che lo scorso Capodanno uccise il figlio Daniele a Morazzone, si è tolto la vita in carcere a Milano. A svelarlo sono state fonti giudiziarie che hanno dato la notizia della morte del 40enne alla vigilia della discussione, con giudizio abbreviato, nel procedimento per tentato omicidio di un collega di lavoro.

Proprio ieri il giudice aveva negato la perizia psichiatrica a Paitoni, stabilendo che le modalità con cui commise il reato erano talmente chiare da non rendere necessario l'esame.

"Davide Paitoni, accusato di aver ucciso il figlio Daniele di sette anni in Morazzone il primo gennaio scorso, si è suicidato nella sua cella nel carcere di San Vittore - scrive in una nota il Procuratore della Repubblica di Varese Daniela Borgonovo - Il 6 luglio gli era stato notificato l'avviso di conclusione indagini in relazione all'omicidio del figlio e domani era fissata la discussione, con giudizio abbreviato, nel procedimento per tentato omicidio di un collega di lavoro".

Stefano Bruno, avvocato difensore di Paitoni, all'Ansa è stato duro e diretto: "Ognuno faccia i conti con la propria coscienza". Lo stesso legale ha anche svelato: "Il Giudice ha ritenuto che le modalità con cui è stato commesso il reato è talmente chiara da non rendere necessario procedere con una perizia psichiatrica".

Paitoni, secondo quanto emerso dalle indagini, ha ucciso il figlio Daniele di 7 anni per "punire" la madre che lo aveva lasciato. Dopo aver ucciso il piccolo lo aveva nascosto nell'armadio con tanto di bigliettino lasciato sul cadavere per chiedere scusa al padre. "Ho fatto del male a Daniele, non aprire l'armadio" aveva detto Paitoni in un vocale inviato al papà, che qualche ora dopo ha trovato il corpo del bimbo.

VIDEO - Dal fronte alle cure: il treno ucraino che soccorre i pazienti

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli