Uccise il padre violento con la madre. Pm: "Sono costretto a chiedere 14 anni"

(Photo: Alex Pompa)
(Photo: Alex Pompa)

Il pm Alessandro Aghemo ha chiesto 14 anni di carcere per Alex Pompa, lo studente di 20 anni processato a Torino con l’accusa di avere ucciso il padre per difendere la mamma nel corso dell’ennesima lite in famiglia. Il magistrato si è detto “costretto” a proporre una pena così elevata e ha invitato la Corte di Assise di sollevare una questione di legittimità costituzionale sulla norma che impedisce di concedere la prevalenza delle numerose attenuanti. L’omicidio fu commesso a Collegno (Torino) il 30 aprile 2020.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli