Uccise suocero che abusò della figlia: condannato a 20 anni

Fcz

Milano, 17 gen. (askanews) - E' stato condannato a 20 anni di carcere (al netto dello sconto previsto per la scelta del rito abbreviato) il 35enne che a febbraio scorso a Rozzano, comune alle porte di Milano, uccise a colpi di pistola il suocero di 63 anni che aveva abusato della sua figlioletta. Lo ha deciso il gup di Milano, Aurelio Barazzetta, che ha anche condannato a 18 anni di carcere il suo complice, il 27enne che lo aveva accompagnato in scooter sul luogo del delitto. Il pm Monia di Marco aveva chiesto due condanne all'ergastolo per omicidio volontario aggravato dalla premeditazione. Il giudice ha invece concesso a entrambi gli imputati le attenuanti generiche equivalenti alle aggravanti.