Ucciso con un punteruolo durante una lite

webinfo@adnkronos.com
Un 57enne è stato ucciso la notte scorsa a Vistrorio, nel torinese. Secondo una prima ricostruzione, al culmine di una lite l’uomo sarebbe stato colpito a morte nella sua abitazione con un punteruolo in metallo da un 60enne che è stato arrestato dai carabinieri di Ivrea. Dai primi accertamenti eseguiti dal medico legale è emerso, a quanto si apprende, che l’aggressore avrebbe colpito punti vitali e secondo gli investigatori nell’agire sarebbe stato freddo e determinato e soprattutto molto preciso.  A dare l’allarme sono stati alcuni vicini di casa che hanno sentito le urla della vittima e del suo aggressore e dopo aver chiamato il 112 hanno aiutato i carabinieri a bloccare l’aggressore nel cortile di casa della vittima.  Dalle prime informazioni, l’assassino è arrivato in macchina dal biellese. Sulla vettura, ritrovata nel cortile di casa della vittima, è ora in corso il sopralluogo dei carabinieri della Sis, sezione investigazioni scientifiche del comando provinciale di Torino. L'omicidio potrebbe essere ricondotto a un giro di droga. A casa della vittima i militari hanno rinvenuto stupefacente e una serra artigianale.

Un 57enne è stato ucciso la notte scorsa a Vistrorio, nel torinese. Secondo una prima ricostruzione, al culmine di una lite l’uomo sarebbe stato colpito a morte nella sua abitazione con un punteruolo in metallo da un 60enne che è stato arrestato dai carabinieri di Ivrea. Dai primi accertamenti eseguiti dal medico legale è emerso, a quanto si apprende, che l’aggressore avrebbe colpito punti vitali e secondo gli investigatori nell’agire sarebbe stato freddo e determinato e soprattutto molto preciso.  

A dare l’allarme sono stati alcuni vicini di casa che hanno sentito le urla della vittima e del suo aggressore e dopo aver chiamato il 112 hanno aiutato i carabinieri a bloccare l’aggressore nel cortile di casa della vittima.  

Dalle prime informazioni, l’assassino è arrivato in macchina dal biellese. Sulla vettura, ritrovata nel cortile di casa della vittima, è ora in corso il sopralluogo dei carabinieri della Sis, sezione investigazioni scientifiche del comando provinciale di Torino. L'omicidio potrebbe essere ricondotto a un giro di droga. A casa della vittima i militari hanno rinvenuto stupefacente e una serra artigianale.