Ha ucciso la donna con 23 coltellate

·2 minuto per la lettura
Polizia
Polizia

Cristina Ortiz-Lozano è stata seguita dall’ex fidanzato ed è stata uccisa dopo il suo appuntamento, con 23 coltellate. Il delitto è stato registrato dalle telecamere a circuito chiuso fuori dal pub dove lei e un uomo conosciuto su Tinder aveva trascorso una serata insieme.

Trova ex su Tinder e la uccide

Ha seguito la sua ex fidanzata ad un appuntamento con un uomo conosciuto su Tinder, poi l’ha uccisa senza pietà con 23 coltellate. La vittima è Cristina Ortiz-Lozano, ragazza di 28 anni, operatrice sulle navi da Crociera. La donna era uscita con un uomo e si era recata in un pub, ma i due sono stati pedinati mentre tornavano a casa. Quando la giovane è entrata nel suo appartamento, l’ex l’ha seguita all’interno e l’ha accoltellata 23 volte con un coltello da cucina. L’uomo aveva scoperto del suo appuntamento trovandola su Tinder e pedinandola per riuscire a capire chi avrebbe incontrato. I due erano stati insieme per 12 anni, ma nell’agosto del 2019 lei lo aveva lasciato perché lui era stato arrestato per guida in stato di ebrezza.

Prima di abbandonare l’appartamento, come gli aveva richiesto la donna, avrebbe danneggiato gli interni della casa in cui convivevano a Southampton, distruggendo la camera da letto e il bagno, strappando via lampadari e specchi dalle pareti. Dopo la fine della loro relazione lui aveva iniziato ad inviarle email minatorie, che lei aveva portato alle autorità, chiedendo aiuto. L’uomo era stato arrestato, ma poi ha violato le condizioni dei domiciliari per seguirla durante il suo appuntamento. Si è nascosto per non essere visto, ma la donna lo aveva notato e aveva chiesto all’uomo con cui era uscita da dove poteva allontanarsi. Lui li ha seguiti nonostante i due se ne fossero andati immediatamente. L’uomo di Tinder ha accompagnato la giovane fin sotto casa, ma una volta che lei è entrato nell’appartamento l’ex fidanzato l’ha seguita e l’ha accoltellata. L’uomo con cui aveva avuto un appuntamento ha sentito le urla, così è entrato per soccorrerla e ha trovato la donna riversa sul pavimento della cucina, con l’aggressore armato sopra di lei, che prontamente lo ha spinto e chiuso fuori per poter continuare l’aggressione.