Ucciso pregiudicato in provincia di Caserta: freddato a colpi pistola

antonino di lorenzo

Antonino di Lorenzo è morto ieri, mercoledì 11 settembre 2019 a Casarola di Napoli, in provincia di Caserta. Il pregiudicato, di 53 anni, è stato freddato con dei colpi di pistola mentre si trovava nei pressi di casa sua a bordo di uno scooter. Antonino di Lorenzo, più comunemente noto come ‘O Lignammone, era un sorvegliato speciale: l’uomo aveva appena firmato il registro presso la caserma dei carabinieri. Probabilmente i suoi assassini conoscevano bene le sue abitudini e avevano studiato bene l’occasione per infliggergli quei colpi mortali.

Antonino di Lorenzo, ucciso con una pistola

Le ferite da arma da fuoco gli sono state inflitte proprio mentre era a bordo del suo scooter. Antonio di Lorenzo è stato colpito alla testa e le ferite riportate sono state gravissime. Sono stati i residenti della zona a dare l’allarme alle forze dell’ordine. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e i militari che hanno svolto i rilievi scientifici necessari per poter risalire ai responsabili dell’omicidio.

Antonio di Lorenzo aveva già precedenti per droga nella zona dei Monti Lattari, proprio dove è stato ucciso nella serata di mercoledì 11 settembre 2019, mentre era a bordo di uno scooter nei pressi della sua casa. L’uomo, era sotto sorveglianza speciale, e forse i suoi assassini erano a conoscenza dei suoi ritmi. E’ stato colpito più volte con una pistola e i proiettili gli hanno provocato gravi ferite alla testa: il decesso del pregiudicato 53enne era dunque inevitabile. Antonio di Lorenzo era già noto da parecchio tempo alle forze dell’ordine.