In Ucraina 10 morti: missili contro civili a Kiev

Guerra in Ucraina
Guerra in Ucraina

Sale a dieci il numero di civili morti nella capitale ucraina Kiev, in seguito agli attacchi missilistici russi di ieri pomeriggio. L’aggressione russa è diventata il cannoneggiamento di persone affamate. E continua.

La comunicazione di Andriy Kostin

All’alba del 274esimo giorno di guerra e a nove mesi dall’inizio di una tragedia che sta consumando sempre di più il cuore dell’Europa, a dare ufficialmente la notizia sul bilancio aggiornato delle vittime è stato il procuratore generale dell’Ucraina alla tv nazionale: «Otto impianti energetici sono stati colpiti ieri. Sfortunatamente, ci sono informazioni confermate su 10 morti e circa 50 feriti tra i civili». Mirate anche le centrali elettriche, con l’effetto di una diffusa mancanza di elettricità (in questi giorni 10 milioni di persone sono rimaste senza) e di una rete sanitaria al collasso.

Le ultime notizie dall’Ucraina

Il Paese bersaglio di Vladimir Putin versa in condizioni di grande sofferenza. Si aggiunge in questi giorni alla guerra l’arrivo della prima neve. I bombardamenti e le esplosioni non trovano tregua ed è sempre più difficile prendere atto del bilancio delle vittime. Intanto l’intesa Russia-Ucraina sull’export di grano è stata prolunga per 120 giorni. Le intenzioni di Putin? Sembrano chiare. Ormai punta allo sfinimento della popolazione.