Ucraina, 18 morti al centro commerciale Amstor. Zelensky: “La Russia è la più grande organizzazione terroristica”

ucraina zelensky
ucraina zelensky

Ucraina, sono saliti a 18 i morti al centro commerciale Amstor di Kremenchuk bombardato dai russi. Nel commentare l’accaduto, il presidente Zelensky ha affermato che la Russia rappresenta la “più grande organizzazione terroristica” esistente al mondo.

Ucraina, Zelensky: “La Russia è la più grande organizzazione terroristica”

Il numero delle vittime provocato dal raid missilistico russo che ha colpito il centro commerciale Amstor di Kremenchuk, località situata a circa 330 chilometri da Kiev, è salito a 18. Intanto, le autorità ucrain3 hanno rivelato anche che 36 persone risultano disperse mentre 59 sono rimaste ferite. Dei 59 feriti, 25 sono stati ricoverati in gravi condizioni in ospedale.

Presso il centro commerciale Amstor di Kremenchuk, sulla base delle informazioni diffuse, le operazioni di soccorso sono ancora in corso.

In merito al drammatico accaduto, è intervenuto il capo dell’amministrazione regionale di Poltava, Dmitry Lunin, che ha riferito: “Oltre mille i soccorritori al lavoro tutta la notte dopo l’attacco russo”.

L’attacco ordinato da Mosca contro il centro commerciale è stato commentato anche dal presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky, che ha dichiarato: “È uno degli atti terroristici più sfacciati della storia europea”.

Il leader di Kiev ha diffuso online un video di alcuni minuti incentrato sul bombardamento del centro commerciale distrutto nella regione di Poltava. Nel video, Zelensky ha descritto la Russia come “la più grande organizzazione terroristica al mondo” e ha aggiunto: “Solo terroristi completamente senza cuore, che non dovrebbero avere posto sulla terra, possono lanciare missili in un posto simile”. Zelensky infine ha chiesto agli Stati Uniti e al mondo democratico di riconoscere la Russia come “uno stato che sponsorizza il terrorismo”.

18 morti al centro commerciale Amstor, la condanna dei leader del G7: “Crimine di guerra”

Il raid missilistico russo contro il centro commerciale Amstor è stato aspramente condannato anche dai leader del G7 riuniti in Germania.

I leader del G7, infatti, hanno diramato un comunicato ufficiale con il quale hanno asserito quanto segue: “Condanniamo solennemente l’abominevole attacco a un centro commerciale a Kremenchuk. Siamo uniti all’Ucraina nel piangere le vittime innocenti di questo attacco brutale. Gli attacchi indiscriminati a civili innocenti costituiscono un crimine di guerra. Il presidente russo Putin e i responsabili saranno tenuti a renderne conto. Oggi abbiamo sottolineato il nostro incrollabile sostegno all’Ucraina di fronte all’aggressione russa, una guerra ingiustificata che imperversa da 124 giorni. Continueremo a fornire sostegno finanziario, umanitario e militare all’Ucraina, per tutto il tempo necessario. Non ci fermeremo finché la Russia non porrà fine alla sua guerra crudele e insensata contro l’Ucraina”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli