Ucraina, allarme Aiea: perso contatto con centrale nucleare Zaporizhzhya

Ucraina, allarme Aiea: perso contatto con centrale nucleare Zaporizhzhya
Ucraina, allarme Aiea: perso contatto con centrale nucleare Zaporizhzhya

C'è un nuovo preoccupante allarme che arriva dall'Ucraina. L'Agenzia internazionale per l'energia atomica ha fatto sapere di aver "perso di nuovo perso la connessione remota con i suoi sistemi di sorveglianza dei dispositivi di sicurezza installati nella centrale nucleare di Zaporizhzhya". Ciò sottolinea "la necessità che l'Aiea visiti la struttura nel prossimo futuro", ha detto il direttore generale dell'agenzia, Rafael Grossi.

Ucraina, 007 Usa: "Possibile che Putin usi armi nucleari"

Come se non bastasse, col prolungarsi della guerra in Ucraina è possibile che la Russia usi armi nucleari. Ne è certa la numero uno dell'intelligence Usa, Avril Haines, intervenuta a una conferenza del dipartimento del Commercio.

GUARDA ANCHE - Finlandia e Svezia nella Nato, la decisione al summit di Madrid

Per l'intelligence americana, dopo quattro mesi di conflitto, Mosca ci metterà anni a ricostruire le sue forze. E "in questo lasso di tempo è possibile che le forze di Vladimir Putin facciano affidamento su altri mezzi come i cyberattacchi, i ricatti energetici o le armi nucleari per cercare di gestire e proiettare potere e influenza a livello globale", ha spiegato la numero uno dell'intelligence.

Putin: "Risponderemo se truppe Nato in Finlandia-Svezia"

La Russia risponderà allo stesso modo "se la Nato dispiegherà truppe e infrastrutture in Finlandia e Svezia dopo che si saranno unite all'alleanza militare guidata dagli Stati Uniti". Lo ha affermato il presidente Vladimir Putin. "Svezia e Finlandia vogliono unirsi alla Nato? Che lo facciano", ha ribadito Putin - citato dal Guardian - alla tv di Stato russa sottolineando però come "devono capire che prima non c'era alcuna minaccia, mentre ora se i contingenti militari e le infrastrutture saranno dispiegati dovremo rispondere in modo simile e creare eguali minacce per i territori da cui vengono minacce nei nostri confronti".

GUARDA ANCHE - Allargamento Nato, la risposta di Putin

Presidente indonesiano si offre per una mediazione

Il presidente dell'Indonesia, Joko Widodo, ha offerto al presidente ucraino Volodymyr Zelensky la mediazione di Giacarta per l'avvio di negoziati di pace, nel tentativo di far cessare il conflitto militare intrapreso dalla Russia. Widodo si è recato in visita a Kiev nella mattinata di mercoledì e, dopo l'incontro con Zelensky, ha fatto rientro in Polonia. Oggi il presidente indonesiano ha in programma una tappa a Mosca, dove si confronterà con Vladimir Putin facendosi "latore di un messaggio del presidente Zelensky".

Il Giappone, invece, fornirà all'Ucraina ulteriori 100 milioni di dollari di aiuti umanitari. Lo ha annunciato su Telegram il primo ministro giapponese Fumio Kishida.

Lysychansk sotto incessanti bombardamenti

La città di Lysychansk nell'Ucraina orientale è sotto incessanti bombardamenti mentre la Russia prosegue la sua offensiva nella regione: lo ha detto alla tv ucraina il governatore della regione di Lugansk, Serhiy Gaidai, secondo quanto riporta il Guardian. "I combattimenti proseguono senza sosta. I russi sono costantemente all'offensiva. Non c'è tregua. Viene bombardato assolutamente tutto", ha detto Gaidai. Le autorità ucraine hanno affermato che stanno cercando di evacuare i circa 15.000 residenti rimasti in città.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli