Ucraina: Alternativa, 'Draghi venga per comunicazioni con voto, no informativa'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 11 mag. (Adnkronos) – "Ci meraviglia dover scoprire dalle agenzie di stampa e non dai canali ufficiali della Camera che giovedì 19 il presidente del Consiglio effettuerà una informativa sugli ulteriori sviluppi del conflitto russo-ucraino nell'aula di Montecitorio". Lo affermano i deputati di Alternativa che hanno inviato una missiva al presidente della Camera Roberto Fico chiedendo che vengano "calendarizzate le Comunicazioni del Presidente del Consiglio dei Ministri, in luogo della mera informativa" come già avvenuto il 1° marzo.

I deputati di Alternativa stigmatizzano le modalità di diffusione della notizia per la quale si definiscono meravigliati "non già in accezione positiva" per il suo "non essere stata minimamente contemplata tanto in sede di Conferenza di Capigruppo quanto in sede di Ufficio di Presidenza". La critica è estesa inoltre alla "modalità optata dal Governo" poiché lo strumento dell’informativa, "implica come, per una forza di opposizione come Alternativa, il tutto si risolva in una manciata di minuti di intervento per poter esprimere un’opinione rispetto a una situazione oltremodo drammatica".

Da qui la richiesta di calendarizzare le comunicazioni per "poter presentare risoluzioni, certamente più idonee e costruttive in termini di dibattito politico nonché unico strumento per impegnare il Governo a prendere una posizione politica approvata dal Parlamento". "Qualora dovesse permanere la volontà governativa di rendere l’informativa – concludono i deputati nella lettera a Fico -, ciò costituirebbe un’ulteriore riprova della debole rilevanza della Camera dei deputati e all’interno dell’assetto costituzionale e all’interno dell’assetto politico italiano".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli