Ucraina: Alternativa, 'rivedere sanzioni Russia per sbloccare grano o sarà catastrofe'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 27 mag. (Adnkronos) – “Il Governo italiano e l’Unione Europea non possono rifiutare una revisione delle inutili e dannose sanzioni contro la Russia, al fine di trovare un accordo negoziale che porti allo sblocco del grano che si trova attualmente nei porti Ucraini. È inconcepibile che di fronte al rischio di una catastrofe alimentare e a una conseguente crisi umanitaria senza precedenti, l’Unione Europea persegua nella sua linea intransigente e guerrafondaia”. Lo affermano in una nota i deputati di Alternativa.

“Cosa pensano che faranno milioni di persone, molte delle quali della sponda Sud del Mediterraneo, che si ritroveranno senza cibo se non interveniamo subito? Stiamo andando incontro ad un autentico suicidio al solo scopo di colpire un paese con delle sanzioni che danneggeranno pesantemente anche noi. Rifiutare qualsiasi strada negoziale che conduca a uno sblocco del grano – aggiungono – è una responsabilità che ricadrà interamente sul Governo Draghi e sulle forze politiche che lo sostengono. La vita di milioni di persone si decide sui tavoli di pochi arroganti potenti”, concludono i deputati di Alternativa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli