Ucraina, Biden annuncia 150 milioni di aiuti. Russia: “Polonia possibile minaccia”

Ucraina
Ucraina

Mentre il presidente americano Joe Biden annuncia nuovi aiuti all’Ucraina per 150 milioni, Kiev apre alla pace con rinuncia alla Crimea. La Russia ha intanto definito la Polonia una possibile fonte di minacce.

Russia: “Polonia possibile minaccia”

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, ha puntato il dito sulla “retorica ostile” delle autorità polacche affermando che Varsavia potrebbe essere una “fonte di minacce“.

Disperso raduno mogli militari Azovstal

La Polizia di Kiev ha disperso una manifestazione delle mogli dei militari ucraini sotto assedio nell’acciaieria Azovstal di Mariupol che chiedevano negoziati con i russi per ottenere l’evacuazione dei mariti. Gli agenti hanno consegnato cartoline per l’arruolamento nell’esercito agli uomini che erano presenti al raduno.

Una cinquantina di persone si erano radunate, nonostante il divieto delle autorità, nella Piazza dell’Indipendenza per chiedere che le trattative per l’evacuazione non riguardassero solo i civili ma anche gli uomini in armi.

Biden: “Nuovi aiuti per 150 milioni”

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha annunciato nuovi aiuti militari all’Ucraina per contrastare l’aggressione russa. Si tratta soprattutto di munizioni per l’artiglieria e di radar per un totale di 150 milioni. “La mia amministrazione ha quasi esaurito i fondi che possono essere usati per l’Ucraina. Il Congresso deve rapidamente sbloccare i fondi richiesti per rafforzare Kiev sul campo di battaglia e sul tavolo del negoziato“, ha aggiunto riferendosi al pacchetto da 33 miliardi di dollari proposto al Parlamento Usa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli