Ucraina, Biden: “Inascoltati gli avvertimenti USA su imminente invasione dell’Ucraina”

guerra Ucraina aumento prezzi
guerra Ucraina aumento prezzi

Mentre il sindaco di Mariupol ha accusato l’esercito russo di abbattere i palazzi in città senza rimuovere i cadaveri delle persone uccise al loro interno, Biden ha affermato che gli avvertimenti americani su una possibile invasione dell’Ucraina sono rimasti inascoltati.

Biden: “Nostri avvertimenti sull’invasione russa inascoltati”

Il presidente americano Joe Biden ha dichiarato come il presidente dell’Ucraina e molti altri non hanno tenuto conto degli avvertimenti lanciati dagli Stati Uniti su una possibile invasione da parte della Russia: “Zelensky non ha voluto sentire, in molti non hanno voluto sentire“.

Sindaco Mariupol: “Russi demoliscono edifici senza rimuovere i cadaveri”

Il sindaco di Mariupol Vadym Boychenko, fuggito verso il territorio controllato dall’Ucraina, ha dichiarato che le forze russe che occupano la città hanno demolito 1.300 palazzi residenziali senza rimuovere le centinaia di cadaveri rimasti tra le macerie. Il primo cittadino ha evidenziato che in un primo tempo gli occupanti hanno coinvolto i residenti di Mariupol nello smantellare con cura le macerie, ma quando hanno visto il numero effettivo di corpi che venivano trovati hanno immediatamente fatto allontanare i residenti.

Il numero reale di cadaveri sotto le macerie delle case distrutte è spaventoso. Tra le 50 e le 100 persone sono state uccise in quasi tutti gli edifici distrutti e 1.300 palazzi sono stati abbattuti in città“, ha proseguito. Poiché la demolizione degli edifici è stata effettuata indiscriminatamente, ha aggiunto, i corpi dei residenti di Mariupol uccisi nei combattimenti sono stati portati in discarica insieme alle macerie. Il comune di Mariupol ritiene che almeno 22.000 residenti della città ucraina sudorientale siano stati uccisi durante i primi tre mesi di guerra: “Purtroppo il numero reale delle persone uccise potrebbe essere molto più alto di quanto riportato”.

Zelensky: “Continuiamo a chiedere armi pesanti”

Nel suo consueto videomessaggio, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che l’esercito ucraino sta facendo di tutto per fermare le azioni aggressive degli occupanti. “Questo sarà possibile fino a quando ci sono abbastanza armi pesanti, artiglieria moderna. Tutto ciò che abbiamo chiesto e continuiamo a chiedere ai nostri partner“, ha aggiunto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli