Ucraina, Blinken: aggressione Putin ha esacerbato fame in Africa

Image from askanews web site
Image from askanews web site

New York, 9 ago. (askanews) - "Questa aggressione imperialistica di Vladimir Putin in Ucraina, è qualcosa che ha collegamenti con le storie di molti paesi africani". A dichiararlo è stato il segretario di stato, Antony Blinken durante il suo viaggio in Sudafrica, dove ha discusso del conflitto ucraino anche con Naledi Pandor, il ministro sudafricano delle relazioni internazionali.

"L'idea che un Paese abbia il diritto di modificare i confini di un altro paese attraverso l'uso della forza, l'idea che un paese abbia il diritto di impadronirsi del territorio di un altro paese, è qualcosa che risuona in Africa, dato la storia dell'Africa" ha detto il segretario di stato Usa.

Blinken ha sottolineato che il conflitto sta portando "conseguenze in Africa e in tutto il mondo, soprattutto intorno al cibo, dove c'era già una crisi mondiale, a causa del clima e del COVID" e aggiunto che la guerra Ucraina "ha esacerbato la crisi alimentare e qui in Africa si fa sentire". Il segretario di stato ha detto che la crisi dei paesi africani va affrontata anche con aiuti umanitari ingenti e ha chiarito che gli Stati Uniti, a partire da febbraio, hanno investito 6 miliardi di dollari "sul futuro agricolo dell'Africa".