Ucraina, bombe su Kharkiv: almeno 9 civili uccisi

La Russia torna a colpire Kharkiv, seconda città dell’Ucraina: il bilancio dei bombardamenti delle ultime ore è di almeno 9 civili uccisi e una ventina di feriti. La zona resta sotto il controllo ucraino a differenze delle regioni orientali: a Lugansk il governatore ha detto che solo il 5% è rimasto in mano ucraina. Kiev riconosce la superiorità russa nell'area e afferma che è Mosca ad avere il controllo del 95% del territorio. Il governo degli Stati Uniti si prepara a inviare sistemi anti-missili a lungo raggio, ma potrebbe essere già troppo tardi per queste regioni.

Zelensky: maggior pressione sulla Russia

"Mettere pressione sulla Russia è questione di salvare vite umane - ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zekensky - Ogni giorno di ritardo, debolezza, vari dibattiti o proposte per 'pacificare' l'aggressore a spese delle vittime equivale a più ucraini uccisi. Queste sono nuove minacce per tutti".

Carcere per due soldati russi

L'Ucraina ha riconosciuto che 8.000 soldati sono stati fatti prigionieri dai russi. Le autorità di Kiev sperano di poterli scambiare con i russi catturati. Nella regione di Poltava, altri due soldati di Mosca sono stati condannati a pene detentive per crimini di guerra. Entrambi hanno ammesso la responsabilità e sconteranno 12 anni di carcere.

La "russificazione" dei bambini

Intanto nelle zone occupate, tra cui Mariupol, rasa al suolo, è iniziata l'operazione di "russificazione", come è stata definita dalle autorità di Mosca. Per i bambini niente vacanze estive: dovranno studiare materie in russo per adeguare il curriculum. Camion girano per la città per dare informazioni di servizio, ossia la versione russa della guerra.

Per approfondire:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli