Ucraina, bombe su una fermata del bus: 8 morti a Donetsk

ucraina fermata del bus
ucraina fermata del bus

La pioggia di bombe sull’Ucraina non accenna a fermarsi. Il conflitto con la Russia, iniziato ormai quasi sei mesi fa, non si placa. Un nuovo bombardamento sulla regione di Donetsk ha causato oggi nuovi morti.

Ucraina, bombe su una fermata del bus: 8 morti in Donetsk

A mietere le nuove vittime sarebbe stato un colpo d’artiglieria scagliato dai militari russi verso una fermata del bus nella piccola città di Toretsk, nella regione di Donetsk. Ad annunciarlo e a darne conferma è lo stesso governatore dell’oblast, intervenuto sul ‘Kiev Indipendent‘. Il bilancio è drammatico: confermati almeno 8 decessi. A causa dello stesso bombardamento sarebbero rimaste ferite almeno altre 4 persone, tra le quali 3 minori. Al momento non si hanno notizie sul loro preciso stato di salute.

La dichiarzione di Amnesty International

Nel frattempo Amnesty International ha dichiarato, al temrine di una lunga ricerca durata diverse settimane, che alcune tattiche di difesa di Kiev hanno messo in pericolo gli stessi civili ucraini: Nel tentativo di respingere l’invasione russa iniziata a febbraio, le forze ucraine hanno messo in pericolo la popolazione civile collocando basi e usando armamenti all’interno di centri abitati, anche in scuole e ospedali. Queste tattiche violano il diritto internazionale umanitario perché trasformano obiettivi civili in obiettivi militari. Gli attacchi russi che sono seguiti hanno ucciso civili e distrutto infrastrutture civili.”

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli