Ucraina, Castaldo (M5s): cyberattacchi russi in aumento, Ue reagisca

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 4 mag. (askanews) - "Secondo alcuni analisti dopo la criminale invasione russa dell'Ucraina, i cyberattacchi contro l'Ue e i suoi Stati membri sono aumentati del 1000%. Questo dato deve rappresentare un campanello d'allarme. Il dominio cibernetico rappresenta l'apoteosi dell'interconnessione tra gli Stati membri dell'UE e, ancor più che in altri campi, non ci sono singoli Paesi che possano vantare un livello di sicurezza soddisfacente e indipendente. Facciamo di questo campo l'apripista per un'ulteriore integrazione europea". Così Fabio Massimo Castaldo, europarlamentare del Movimento 5 Stelle e Coordinatore del Comitato Relazioni europee e internazionali del M5S, in un intervento in plenaria.

"La priorità numero uno della nostra Unione deve essere quella di perseguire l'autonomia strategica e la sovranità tecnologica, investendo risorse adeguate a tal fine. In particolare, è necessario un cambio di paradigma: non possiamo più concentrarci solo sulle capacità hardware, ma dobbiamo includere progetti ambiziosi sulla ricerca e lo sviluppo di software specifici, altrimenti rimarremo sempre dipendenti da attori terzi. In secondo luogo, dovremmo insistere sugli esempi virtuosi già esistenti, come Enisa, il cui ruolo dovrebbe essere ulteriormente rafforzato. Allo stesso tempo, e ancora più in linea con la prerogativa del Parlamento europeo, dobbiamo ampliare il ricorso alla Cyber Diplomacy con l'obiettivo finale di creare un cyberspazio sicuro, affidabile e aperto in tutto il mondo", conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli