Ucraina, comandante ceceno ammette difficoltà a Severodonetsk

(Adnkronos) - La battaglia per Severodonetsk oggi è concentrata nella zona industriale della città strategica del Donbass. L'avanzata delle forze russe "è complicata", ha confermato il comandante ceceno, a capo dell'unità Akhmat, Apti Alaudinov dopo che, questa mattina, Volodymir Zelensky aveva detto che le sue forze militari stavano "tenendo duro" a Severodonetsk, e in diverse altre cittadine del Donbass. Severodonetsk, ha rivendicato il capo dell'amministrazione militare di Luhansk Serhiy Haidai, rimane sotto il controllo dell'Ucraina, anche se l'intera regione libera di Luhansk è sotto il pesante fuoco di artiglieria e a Severodonetsk proseguono feroci battaglie strada per strada.

L'avanzata russa, ha spiegato Alaudinov, è complicata "dalla presenza di civili" che i militari vogliono, a suo dire, proteggere. Le forze congiunte, russi e filorussi, controllano, dopo giorni di battaglia, solo il 15-20 per cento del distretto industriale (l'impianto di fertilizzanti Azot, la cui produzione è ferma dall'inizio della guerra) oltre che l'intera parte residenziale. C'è un'unico corridoio rimasto aperto per sfuggire all'offensiva dei russi, ed è la strada diretta a Lishansk, ha precisato. "Sono in corso le operazioni per bloccare anche questa via d'uscita".

Martedì il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu ha annunciato il pieno controllo, da parte delle forze russe, dei quartieri residenziali di Severodonetsk.

L'intelligence britannica, nel suo bollettino quotidiano sulla situazione sul fronte in Ucraina, ha ammesso che le forze di Mosca hanno di nuovo il controllo della maggior parte della città, ma che hanno fatto pochi progressi nei tentativi di circondare l'area più ampia da nord e da sud.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli