Ucraina: consigliere diritti infanzia, 'rimpatriati 46 bambini deportati in Russia'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Kiev, 20 lug. (Adnkronos) – 46 bambini che sono stati deportati nella Federazione Russa sono stati rimpatriati in Ucraina. Lo ha comunicato Darya Gerasimchuk, consigliere autorizzato del Presidente dell'Ucraina per i Diritti dell'infanzia e la riabilitazione dei bambini, in un briefing presso l'Ucraina-Ukrinform Media Center. "Siamo già riusciti a rimpatriare 46 bambini – ha dichiarato la Gerasimchuk – nonostante le difficoltà: senza elenchi di nomi di bambini è impossibile avviare operazioni di ricerca".

"Durante la prima fase – ha spiegato – dobbiamo identificare i bambini. Lo facciamo utilizzando tutte le banche dati possibili, sia in ambito medico, che sociale ed educativo, al fine di raccogliere più dati possibili su un bambino che viene dichiarato deportato o sfollato". Altra difficoltà, ha aggiunto "poiché l'Ucraina non ha accesso né ai territori temporaneamente occupati né al territorio della Federazione Russa, le operazioni di ricerca sono effettuate da organizzazioni internazionali che hanno mandato per questo tipo di attività. Il nostro compito è riempire l'elenco con quante più informazioni possibili e trasferirlo a un'organizzazione internazionale".

"Al momento – ha concluso – non è possibile dire esattamente quanti bambini, accompagnati o non accompagnati, siano stati trasferiti con la forza in Russia o nelle regioni temporaneamente occupate di Donetsk, Luhansk, Kherson e nella Repubblica autonoma di Crimea".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli