**Ucraina: Conte ad ambasciatore, 'M5S a manifestazione pace senza equivoci'**

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 27 ott. (Adnkronos) – Il M5S prenderà parte alla manifestazione pacifica del 5 novembre senza "equivoci e ambiguità nella condanna dell’aggressore russo, nel rispetto della resistenza ucraina, nel sostegno e soccorso a favore del popolo ucraino". Lo mette in chiaro il leader del Movimento Giuseppe Conte, nella lettera in cui risponde ai dubbi espressi dal'ambasciatore ucraino in Italia, Yaroslav Melnyk.

"La ringrazio per aver dato atto al Movimento 5 Stelle delle chiare posizioni di sostegno e solidarietà all’Ucraina fin dai primi giorni dell’ingiustificabile e brutale invasione da parte della Russia. Concordo con Lei – chiarisce l'ex premier – nel condannare le posizioni di chi mostra “riluttanza” a chiamare la Russia un “aggressore” e arriva a confonderla con l’“aggredito”. Proprio per questo la forza politica che rappresento ha da subito assunto una posizione netta, denunciando la condotta criminale di Putin e la violazione delle più elementari norme del diritto internazionale. Conseguentemente, abbiamo convintamente aderito alle sanzioni contro la Russia e alle politiche di sostegno all’Ucraina".

"In particolare, abbiamo ritenuto che la popolazione ucraina meritasse non solo pieno sostegno sul piano umanitario, ma anche un appoggio sul piano militare, al fine di poter esercitare il diritto alla legittima difesa di cui all’art. 51 della Carta delle Nazioni Unite, con l’obiettivo di controbilanciare l’asimmetria delle forze in campo. Dopo otto mesi di conflitto, tuttavia, riteniamo necessario che gli sforzi dell’Italia e dell’Unione Europea, insieme agli altri protagonisti della comunità internazionale, si concentrino adesso su un negoziato di pace, imprimendo una svolta che arresti l’escalation militare e, attraverso un immediato cessate il fuoco, porti a una soluzione equilibrata, equa e sostenibile, in una prospettiva di pace e sicurezza. Quanto alla manifestazione di pace programmata per il prossimo 5 novembre, a cui il Movimento 5 Stelle ha convintamente aderito, mi preme precisare che la “piattaforma programmatica” di tale iniziativa non lascia spazio a equivoci e ambiguità nella condanna dell’aggressore russo, nel rispetto della resistenza ucraina, nel sostegno e soccorso a favore del popolo ucraino. Nel salutarla cordialmente, mi piace in questa sede ricordare le parole di Papa Francesco: 'Tacciano le armi e si cerchino le condizioni per avviare negoziati capaci di condurre a soluzioni non imposte con la forza, ma concordate, giuste e stabili'. Si tratta della nostra stessa prospettiva, per cui ci impegneremo in tutte le sedi per allontanare lo spettro di un conflitto di proporzioni sempre più vaste, di portata sempre più incontrollabile", conclude.