Ucraina: Conte, 'sanzioni fanno male anche a noi ma vanno mantenute'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 5 set. (Adnkronos) – "Le sanzioni non vanno tolte ma mantenute, perché dobbiamo dare un segnale forte, concordato e congiunto. Anche io pensavo che avessero un impatto più forte sull'economia russa, stanno facendo male anche a noi, ma ciò non toglie che c'è da mantenere il punto". Lo ha detto il leader del M5S Giuseppe Conte, ospite di Porta a Porta nella puntata che andrà in onda questa sera.

"Il problema – prosegue l'ex premier – è come si esce da questa guerra. Ho avvertito che inseguire una vittoria militare sulla Russia è illusorio, condanniamo l'aggressione ma seguiamo la strada delle trattative per la pace. Ora, è chiaro che l'Ucraina non può difendersi a mani nude ma credo che in questo momento il problema in Ucraina non sia la mancanza di armi, armi anche molto sofisticate. L'unica soluzione che adesso si sembra inseguire è una vittoria militare sulla Russia che non sta avvenendo, mentre di negoziato di pace non si parla più, si parla solo di una guerra che durerà ancora tanti anni".