Ucraina, Crosetto: "Nessun sesto decreto armi, ma dialogo Nato per continuare aiuti"

(Adnkronos) - (Dall’inviata Silvia Mancinelli) - "Sulla scrivania del ministro della Difesa non esiste alcun sesto decreto, esiste un dialogo all'interno della Nato sul fatto di continuare a dare aiuti e riforme, e l'esigenza fortissima dell'Ucraina di difendersi soprattutto dall'aria". Lo ha detto il ministro della Difesa Guido Crosetto nel corso della conferenza stampa nella sede dell'ambasciata italiana a Belgrado a termine dell'incontro con il presidente Vucic.

"La Serbia non vuole farsi strumentalizzare da nessuno, ha una sua postura, ha dimostrato una volontà di dialogo superiore a quella che mi sarei aspettato", ha detto in relazione al rischio di una strumentalizzazione da parte russa delle tensioni tra Serbia e Kosovo.

Il Consiglio dei ministri ha appena varato la manovra. "Viviamo il tempo economico più difficile degli ultimi 70 anni, un momento drammatico. Ho fatto decine di manovre finanziarie ma non c’è mai stata una situazione di conti pubblici come quella che ha dovuto affrontare il governo quest’anno", ha detto.

"Il governo ha dovuto prendere il peggior bilancio della storia, il peggior periodo economico della storia e cercare di fare una legge di bilancio che in qualche modo desse delle risposte alla parte più debole del Paese - ha aggiunto - Il governo ha deciso di concentrare gli interventi su imprese e famiglie. Si poteva fare di più? Si può sempre fare di più ma non esisteva la possibilità di avere un euro in più, non c’erano le risorse. Non si sono disperse le risorse in mille rivoli ma si concentrate su questi due filoni. Il governo si concentrerà nel tagliare le catene che bloccano l’economia italiana".