Ucraina, decreto per invio armi in definizione - sottosegretario Difesa Mulè

·1 minuto per la lettura
Fumo dall'impianto siderurgico Azovstal a Mariupol

ROMA (Reuters) - Il governo sta lavorando a un nuovo decreto che gli permetterà di fornire all'Ucraina più armi, ha detto il sottosegretario alla Difesa Giorgio Mulè.

Il decreto "è in via di definizione, vedrà la luce di qui a poco,", ha detto Mulè, di Forza Italia, a Un Giorno da Pecora su Radio 1.

Alla fine di febbraio, il governo ha adottato un primo decreto per l'invio di veicoli militari, materiale ed equipaggiamenti a Kiev e per la creazione di un sistema di aiuto per i rifugiati in fuga dal paese.

"Certamente non mandiamo aerei né carri armati, dal punto di vista militare poco cambia rispetto alla tipologia di quelle già inviate", ha detto Mulè.

I sondaggi hanno mostrato che l'opinione pubblica italiana è più divisa che in altre nazioni occidentali in merito all'invio di armi all'Ucraina

(Angelo Amante, editing Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli