Ucraina: Dipartimento Stato Usa, 'rischio tratta essere umani per sfollati'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Washington, 20 lug. (Adnkronos) – Gli ucraini in fuga dalla guerra rischiano di diventare vittime di tratta di esseri umani, perché "il 90% dei rifugiati sono donne e bambini", secondo il rapporto annuale sulla tratta di esseri umani del Dipartimento di Stato Usa. "Il rapporto di quest'anno è stato pubblicato nel mezzo di una crisi umanitaria senza precedenti – ha affermato il segretario di Stato americano Anthony Blinken – L'insensata invasione russa dell'Ucraina e i suoi devastanti attacchi in tutto il Paese hanno causato dolore e sofferenza incredibili e hanno costretto milioni di cittadini ucraini a fuggire per mettersi al sicuro. Siamo profondamente preoccupati per i rischi di tratta di esseri umani che potrebbero dover affrontare sia gli sfollati all'interno del Paese, chequelli che fuggono dall'Ucraina, di cui circa il 90% sono donne e bambini".

Secondo il rapporto, l'invasione su vasta scala ha costretto quattro milioni di persone a lasciare l'Ucraina nelle prime cinque settimane di guerra e ha spostato quasi 6,5 milioni di persone all'interno dei suoi confini, per un totale di quasi un quarto della popolazione ucraina. "Secondo le stime degli esperti – afferma il rapporto – il 90 per cento di coloro che sono fuggiti dal Paese sono donne e bambini e più della metà dei bambini ucraini – 4,3 milioni su sette milioni – sono sfollati. Questi rifugiati e sfollati sono particolarmente vulnerabili alla tratta di esseri umani. E anche per coloro che non sono sfollati, la guerra aumenta la vulnerabilità delle persone alla tratta".

Il rapporto fa riferimento anche alle valutazioni di funzionari del governo ucraino, secondo cui, a partire dalla fine di marzo 2022, le forze russe hanno trasferito migliaia di ucraini in Russia, di cui alcuni in aree remote. Secondo la stampa, molti di questi ucraini sono stati trasferiti con la forza. Questi cittadini sono altamente vulnerabili alla tratta di esseri umani, afferma il rapporto, evidenziando anche gli sforzi dei Paesi europei volti a proteggere i rifugiati ucraini da potenziali trafficanti di esseri umani. In particolare, in Austria, il cui confine è stato attraversato da 175.000 rifugiati nel marzo 2022, lo Stato ha finanziato campagne di informazione per i rifugiati, campagne educative per gli studenti delle scuole secondarie, programmi televisivi e volantini distribuiti nei loro luoghi di soggiorno. Campagne simili sono state condotte dai governi di Belgio, Bulgaria, Repubblica Ceca, Polonia, Danimarca, Estonia e altri Paesi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli